sabato 21 luglio 2018

Wellness fra boschi e foreste: le terme naturali giapponesi

Inauguriamo la sezione wellness dedicata alle terme naturali o "hot spring" partendo dal Giappone, di origine vulcanica, che vanta ben ventisettemila sorgenti termali naturali, chiamate onsen.

In Giappone le fonti calde sono numerose e di diverse tipologie: si chiamano hitou se nascoste nella natura, oppure si trovano vasche all’aria aperta all'interno di un ryokan, un'antica locanda in stile tradizionale, di grande fascino. Trascorrere qualche giorno in un ryokan è un meraviglioso modo per rilassarsi e capire meglio lo stile di vita dei giapponesi, le loro tradizioni e la straordinaria bellezza dei luoghi.



In Giappone è necessario dimenticare i tradizionali centri termali occidentali: le migliori fonti di acqua calda del Sol Levante sono completamente immerse o spesso nascoste nella Natura, e soprattutto curate nei dettagli con rispetto. 
E' un’esperienza davvero mistica, una vera e propria immersione purificatrice nella Natura: ci si libera dai vestiti, si allentano le tensioni psicologiche, ci si rilassa nell’acqua calda della fonte circondati solo da un incantevole paesaggio.




Il rito termale in Giappone

1 - Nel ryokan si entra vestiti solo in yukata (vestaglia da camera) e sandali. L'arredo è quasi sempre quello tradizionale giapponese.
2 - Di solito si entra nudi nelle vasche termali (onsen) che a volte sono separate fra uomini e donne.
3 - Prima di bagnarsi in un onsen, ci si lava in pubblico, spesso davanti alle vasche stesse.
4 - E' possibile immergersi portando con sé un piccolo asciugamano bianco pulito, per le  parti intime.
5 - Il bagno termale è un rito collettivo di relax e benessere, non sono ammessi contatti fisici e rumori molesti.
6 - Tutti gli onsen sono immersi nella natura, quelli indoor hanno pareti di vetro. 



Tra le più famose risultano sicuramente Beppu e Hokkaido, ma andiamo a scoprire le migliori sorgenti termali nascoste fra boschi e foreste.

Kurokawa Onsen, Kumamoto 

Kurokawa è una delle cittadine termali più affascinanti a nord-est di Kumamoto.
Circondata dalla natura, da suggestivi resort termali e da locande dall'atmosfera tradizionale, Kurokawa si è guadagnata la fama di essere una delle migliori mete termali del Giappone, con un interessante progetto di tutela e conservazione.

Le Kurokawa Onsen sono terme che rappresentano un luogo di unione con la Natura, ed i bagni all'aperto consentono di passare il tempo e rilassarsi in armonia con l'ambiente. 

Giappone
Kurokawa Onsen

Nyuto-Onsen

A nord del Giappone invece la regione di Tohoku dove regnano serenità, bellezza e benessere, gli scenari naturali sorprendono per la loro varietà: la spettacolare fioritura primaverile dei ciliegi intorno al Lago Tazawa, il Parco Nazionale Towada-Hachimantai, e la zona termale di Nyuto Onsen.

A Nyuto ci sono ben sette centri termali tutti compresi nel parco nazionale di Towada-Hachimantai ed inseriti in maestosi boschi di faggi. Ogni villaggio termale (Ogama Onsen, Ganiba Onsen, Kyukamura Nyuto-onsen-kyo, Taenoyu, Tsurunoyu Onsen, Magoroku Onsen e Kuroyu Onsen) ha la sua propria sorgente e le acque di fonte sono tutte diverse.

Giappone
Tsurunoyu Onsen

Nyuto garantisce un soggiorno in un'atmosfera giapponese davvero autentica. Le acque solforose sono note da secoli per le loro virtù terapeutiche e la maggior parte delle terme sono dotate di bagni misti. 
L'onsen più antico, Tsurunoyu, accoglie gli ospiti in edifici in legno dal tetto di stoppie, risalenti all'epoca Edo: il più lontano, il Kuroyu, risale a 330 anni fa. Questo villaggio caratteristico, costruito sulle rive di un fiume, ha da sempre un fascino davvero incredibile.

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.